Spiritualità

Hatha Yoga

Scritto da Cristiana Gallo

Lo Yoga in India è una filosofia di vita. Yoga in sanscrito (l’antica lingua indiana) vuol dire “unire” e il suo scopo è quello di unire il proprio Sé con il Sé universale (termine che nella filosofia induista corrisponde un po’ al nostro Dio inteso come il Tutto).

Ma poiché l’esperienza del proprio Sé – e cioè la consapevolezza di esistere come un’unione di corpo-mente-spirito – può essere raggiunta solo in un corpo sano e forte, ecco che lo scopo principale dell’Hatha Yoga (uno dei sentieri dello yoga) è quello di insegnare a rafforzare il corpo e a calmare la mente.

Per questo motivo l’Hatha Yoga lavora per unificare gli opposti, del Sole (la forza maschile) e la luna (la forza femminile) in noi. Questo tipo di Yoga cerca l’equilibrio.

Eseguendo alcune posture Yoga – dette Asana – in modo graduale, cioè facendo attenzione ad ogni singolo movimento del corpo, senza sforzi particolari, si acquisisce consapevolezza dello stato del proprio corpo, migliorandone la flessibilità, la forza e il tono muscolare. Questo è lo scopo principale dello yoga riferito allo stato fisico.

Per ciò che riguarda gli aspetti della mente lo Yoga allena alla concentrazione. Attraverso questa pratica si diventa consapevoli del modo in cui funziona la mente, e cioè della sua capacità di dissipare le nostre energie. La pratica costante dello Yoga calma la mente permettendo lo sviluppo dell’equilibrio, dell’autonomia, dell’autostima, ecc.

Questo potrà portare, nel tempo, ad un modo nuovo di rapportarsi alla propria vita, poiché si diviene consapevoli che dietro ad ogni pensiero, sentimento, atteggiamento e azione c’è un’energia con la quale si è intimamente legati.

Autore

Cristiana Gallo

Psicologa iscritta all’Albo degli Psicologi del Lazio con il numero 15468. Psicoterapeuta ed Analista Bioenergetica specializzata in Psicoterapia Individuale e di Gruppo. Grafologa.
Conduttrice di Esercizi di Bioenergetica e Insegnante Yoga.