Yoga

Yoga

Yoga
Scritto da Cristiana Gallo

In occidente lo yoga è stato introdotto e praticato, erroneamente, solo come una forma di “ginnastica”, ma i suoi benefici vanno ben oltre e si manifestano principalmente nei tre aspetti fondamentali del nostro essere: fisico, mentale e spirituale.

L’aspetto fisico: Eseguendo alcune posture yoga – dette Asana – in modo graduale, cioè facendo attenzione ad ogni singolo movimento del corpo, senza sforzi particolari, acquisiremo consapevolezza dello stato del nostro corpo, migliorandone la flessibilità, forza e tono muscolare. Questo è lo scopo principale dello yoga riferito all’aspetto fisico.

E’ interessante notare che il termine Asana in sanscrito non vuol dire propriamente “postura” o “esercizio”, ma letteralmente significa “rilassato”. In effetti, mentre si eseguono gli Asana “stirando” il corpo in diverse direzioni, allo stesso tempo vengono rilassati i muscoli, i tessuti, le ossa e il sistema nervoso, e vengono massaggiati (e quindi tonificati dolcemente) anche gli organi interni, e cioè il fegato, i reni, l’intestino e lo stomaco.

E’ così che il corpo raggiunge uno stato di equilibrio. Poiché l’armonia del fisico viene riflessa nell’attività mentale, l’effetto ultimo sarà quello di sentirci liberi non solo dai blocchi fisici, ma anche dallo stress mentale.

Invece, con il termine sanscrito Pranayama vengono definite alcune tecniche respiratorie che si eseguono anche contestualmente agli Asana. Questi esercizi sono importanti perché ci rendono consapevoli di come respiriamo, aiutandoci non solo a migliorare la respirazione ma anche ad avere maggior controllo sulla nostra forza vitale (prana). Inoltre, essi aiutano a liberare le vie nasali e a calmare la mente, e quindi hanno effetti benefici sia a livello fisico che mentale.

L’aspetto mentale: Secondo la letteratura yoga, l’aspetto mentale è il più importante e si esplica attraverso varie pratiche di rilassamento e concentrazione che aiutano nel superamento dello stress emotivo.

Il Rilassamento è uno stato di cui abbiamo tutti necessità. Anche il sonno è una forma di rilassamento, ma capita spesso che quando cerchiamo di dormire abbiamo difficoltà a rilassarci completamente perché sopraffatti da pensieri, frustrazioni, ansie e stress. Lo yoga insegna che per rilassarsi veramente bisogna placare la mente da pensieri, sentimenti ed emozioni.

Durante la Concentrazione, invece, si diventa consapevoli del modo in cui funziona la mente, e cioè della sua capacità di dissipare le nostre energie, e quindi la sua pratica costante svilupperà l’autostima. Questo potrà portare ad un modo nuovo di rapportarsi alla propria vita.

L’Aspetto Spirituale: Divenire consapevoli che dietro ad ogni pensiero, sentimento, atteggiamento e azione c’è un’energia con la quale siamo intimamente legati, vuol dire fare esperienza dell’aspetto spirituale dello yoga.

Autore

Cristiana Gallo

Psicologa iscritta all’Albo degli Psicologi del Lazio con il numero 15468. Psicoterapeuta ed Analista Bioenergetica specializzata in Psicoterapia Individuale e di Gruppo. Grafologa.
Conduttrice di Esercizi di Bioenergetica e Insegnante Yoga.